L’istituto del patrocinio a spese dello Stato

L’istituto del patrocinio a spese dello Stato garantisce il diritto costituzionale di difesa e consente anche ai non abbienti di agire e difendersi di fronte all’autorità giudiziaria, civile, penale, amministrativa, contabile e tributaria.

 

Condizione per essere ammessi al gratuito patrocinio- ai sensi del comma 1 dell’articolo 76 del Decreto del Ministero della Giustizia del 23 luglio 2020 adeguato con decreto interdirigenziale del 10 maggio 2023 -  è quello di  essere titolari di  un reddito imponibile ai fini dell’imposta personale sul reddito, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a euro 12.838,01: rilevano tutte le tipologie di reddito (lavoro dipendente, autonomo, d’impresa, di capitale, redditi fondiari, etc) e sono compresi nel computo anche i redditi esenti dall’Irpef e quelli esclusi dalla base imponibile a fini fiscali.

Anche i redditi percepiti dai familiari conviventi rientrano nel calcolo, salvo il caso in cui il giudizio per cui si procede riguardi diritti personalissimi tutelati dalla privacy oppure in costanza di conflitto d’interessi con gli altri membri della famiglia (ad esempio in caso di divorzio giudiziale).

Per le vittime dei reati contro la libertà e autodeterminazione sessuale  secondo l’art. 76, comma 4-ter, d.P.R. n. 115/2002, i limiti di reddito non operano ed è quindi possibile per le suddette vittime avere il patrocinio a spese dello Stato a prescindere dal requisito reddituale.

Categorie ammesse al patrocinio a spese dello Stato
- i cittadini italiani
- gli stranieri regolarmente soggiornanti al momento del sorgere del rapporto o del fatto oggetto del processo - gli apolidi
- gli enti e associazioni senza fini di lucro e che non esercitano attività economica.

Per approfondire, si rimanda al sito del CNF.

 

Linee guida dell'Ordine degli Avvocati di Roma in materia civile

PATROCINIO GRATUITO

L’ Avv. Gabriele Colasanti è iscritto nell’elenco dei difensori abilitati al patrocinio a spese dello Stato tenuto dall’Ordine degli Avvocati di Roma, con l’intento di fornire anche ai cittadini meno abbienti, ed in possesso dei requisiti di legge, un’assistenza completa nell'ambito del diritto civile e penale, in particolar modo  nelle seguenti materie: Diritto di famiglia e minori, Diritto Penale, Previdenza e Assistenza.

Cos'è il patrocinio a spese dello Stato e requisiti reddituali